Le icone del desktop:

 

 

Documenti.

 

Questo testo fa parte di una serie di lezioni, che, anche se chiamate cosi',

non sottintendono, da parte dell'autore, di fare da maestro a nessuno.

L'autore intende, con questo scritto di dare una mano ai non  vedenti che

ancora utilizzano il dos e che intendono passare al sistema operativo

Windows.

L'idea e la realizzazione e' avvenuta  nell'ambito della lista tecnica

Uictech.

Tutto il materiale confluira' in una pubblicazione unitaria che verra' messa

gratuitamente a disposizione di chi vorra' fruirne.

 

Copyright (c) 2002 Nunziante Esposito

E' garantito il permesso di copiare e distribuire questo documento, a patto

di non modificarne il contenuto, seguendo i termini della GNU Free

Documentation License, Versione 1.1 o ogni versione successiva

pubblicata dalla Free Software Foundation, con la Sezione Non Modificabile

"Premessa"

Una copia della licenza č reperibile all'indirizzo

http://www.gnupg.org/gph/it/html/gfdl-it.html

 

* * *

 

Questa icona, come abbiamo gia' detto, permette di accedere ad una cartella.

In questa cartella per logica,si mettono tutti i documenti che utilizziamo

per lavorare con il computer.

Questa cartella, come vedremo, e' quella che Windows utilizza, di default,

per archiviare tutti i prodotti delle nostre elaborazioni. Mi spiego con

qualche esempio.

Se scriviamo un documento di testo con l'editor incorporato da Windows e

salviamo il lavoro senza specificare dove memorizzarlo sul disco fisso,

Windows lo memorizza nella cartella documenti. Se utilizziamo un programma

di riconoscimento ottico di caratteri abbinato allo scanner, il salvataggio

del risultato della elaborazione viene memorizzato, se non lo cambiamo,

nella cartella documenti.

Come abbiamo visto in precedenza, selezioniamo l'icona della cartella

documenti e premiamo invio.

Per selezionarla, ripeto, si usano le frecce direzionali o la lettera d,

appena si e' raggiunto il desktop con il tasto tab.

Subito dopo aver premuto invio, la prima cosa da fare e' ingrandire la

finestra a tutto schermo:

alt piu' barra spaziatrice, freccia giu' fino a ingrandisci, premere invio e

il gioco e' fatto.

Da questo momento, la cartella documenti, si aprira' sempre ingrandita.

Questa predisposizione, ci serve per non avere interferenze sullo schermo

quando, si va in esplorazione dello schermo  e serve per poter leggere la

barra di stato con i comandi appositi delle sintesi.

Questa operazione di ingrandimento, la si effettua una sola volta, alla

prima apertura della cartella.

Per default, la visualizzazione degli elementi, in una cartella aperta per

la prima volta, e' fatta ad icone e sono disposte sullo schermo come le

icone del desktop.

Ricordate la loro disposizione, simile alle caselle di una scacchiera?

ricordate che possiamo muoverci, su di esse, con le frecce direzionali?

Per noi, questa disposizione non e' ottimale, poiche' e' facile saltare

elementi quando non si conosce bene la cartella.

Infatti, per poter accedere, in ordine alfabetico continuativo, a tutto il

contenuto di una cartella, dobbiamo predisporre la visualizzazione ad

elenco.

Cosa significa?

Significa che, il contenuto della cartella, sara' visualizzato in ordine

alfabetico, prima le cartelle e poi i files, disposti uno di seguito

all'altro in un elenco che si scorre dal primo elemento fino all'ultimo con

la freccia giu' e viceversa con la freccia su'.

Per predisporre la visualizzazione come suddetto, daremo per il momento un

comando da tastiera, ma subito dopo vedremo come si accede a questo comando

dai menu'.

Il comando non e' altro che la seguente successione di tasti:

alt, v, e.

Questa operazione di visualizzazione, la si effettua una sola volta, alla

prima apertura della cartella.

 

Molti comandi di menu', generalmente quelli piu' usati, ci forniscono i

comandi da tastiera, direttamente nei menu', a corredo del comando stesso.

Altri comandi, come quello suddetto, si ricavano dalla pressione consecutiva

dei tasti che fanno le stesse operazioni di spostamento che facciamo con le

frecce ed invio.

Per analogia con il Dos, direi che e' come se usassimo un file batch al

posto di una sequenza di comandi ripetuti.

 

Vediamo ora la barra dei menu', i menu' ed i tasti usati per accedere al

loro interno e poter scegliere i vari comandi in essi contenuti.

Si accede alla barra dei menu con il tasto alt, operazione che e' uguale per

tutte le cartelle e tutti i programmi che utilizzeremo e che hanno una barra

dei menu'.

Con le frecce orizzontali passeremo alle voci che sono:

File (appena apriamo), modifica, visualizza, vai, preferiti  e punto di

domanda.

Ora vediamo, una per una, le voci dei menu' e facciamo qualche

esercitazione.

 

Appena apriamo i menu' con alt, la sintesi ci dira' file sottomenu'.

Se premiamo invio, o in alternativa freccia giu', sentiremo dire nuovo,

sottomenu'.

premendo freccia destra, entriamo nel sottomenu' nuovo, dove troveremo le

seguenti voci:

Cartella, documento di testo, documento word e, se e' stato installato il

pacchetto office, tutti i tipi di documenti di tale pacchetto.

Il nostro interesse e' puntato su cartella e sui due tipi di documenti di

testo e di word.

Infatti, cartella ci serve per creare una nuova cartella all'interno di

documenti, come quando, con il dos, si digita il comando Md seguito dal nome

della directory, appunto cartella, confermato da invio.

Premendo invio su questa voce, si apre una schermata e il cursore si

posiziona sul campo dove si deve digitare il nome seguito da invio. Windows,

oltre che creare la cartella con il nome digitato, posiziona il cursore su

di essa.

Provare per credere.

1. Premere alt per aprire i menu'.

sia Jaws che Hal ci diranno file, sottomenu'.

 

2. Con freccia giu', una sola volta, si apre il menu' file e ci ritroviamo

sulla voce nuovo, sottomenu'. Con freccia destra apriamo il sottomenu'

posizionandoci sulla voce cartella, dove premiamo invio.

Sia Jaws che Hal ci dicono tutto.

 

3. Si apre una schermata che puo' sembrare complicata ma non lo e'.

Infatti, quando Jaws ed Hal ci informano che siamo in un campo editazione,

dicendo, rispettivamente, editazione e area di edit,basta digitare il nome

che vogliamo attribuire alla cartella e premere invio. Vi ricordo che una

cartella e' solo una directory.

Quando la sintesi vi dice editazione, o area di edit,

digitate p, r, o, v, a, 1, cioe' prova1, e premete invio.

 

Avete appena creata la cartella prova1 come sottocartella di documenti e

Windows si posiziona con il cursore su di essa.

Sia Jaws che Hal ne pronunciano il nome.

Trovandovi posizionati su una cartella, potete entrare al suo interno

premendo invio e potete uscire da essa con il tasto Back-space.

E' come se in dos:

per entrare,  dessimo il comando cd seguito dal nome ed invio.

e,

per uscire, dessimo il comando cd seguito da punto punto ed invio.

Premete invio  e appena la cartella si e' aperta, premete Back-space per

uscire da essa. Fate piu' volte questa prova e familiarizzerete anche con la

sintesi che vi dira' il percorso della cartella e il suo nome.

 

Ora quando con back-space uscite dalla cartella prova e vi ritrovate nella

cartella documenti, provate da soli a creare una nuova cartella, dandogli un

nome a piacere, e dopo averla creata fate alcune prove ad entrare ed uscire

da essa.

Nota bene:

per il nome della cartella, non siamo vincolati come in dos al numero di

otto caratteri, ma possiamo dare un nome con la lunghezza che vogliamo.

Ecco qualche esempio:

raccolta dei miei libri, le foto di famiglia, raccolta di messaggi e cosi'

via.

Per una questione di linearita' con il proseguimento di quello che sto'

esponendo, vi chiedo di creare due directory, in aggiunta a quella gia'

creata, con il nome rispettivamente di prova2 e prova3.

Ora, appena uscite, con back-space,dalla cartella creata, facciamo la stessa

procedura per creare un file di testo, con estensione txt, e un file word

con estensione doc.

Sicuramente vi sarete chiesti perche vi ho indicato di fare queste cose

all'uscita della sottocartella.

La ragione c'e' ed e' questa:

Nel menu' file, la voce nuovo ha un sottomenu' solo quando niente e'

selezionato. Questa condizione si verifica solo quando si entra e si esce da

una cartella.

Se ci troviamo in condizioni diverse, ci viene in soccorso un altro comando

di Windows,

control piu' barra spaziatrice,

che deseleziona, il file o la cartella selezionata, che si trova, al

momento, sotto al cursore. Cosi' facendo ci troveremo nella condizione di

ingresso o uscita

da una cartella.

 

Procedere cosi':

1. Premere alt per aprire i menu'.

sia Jaws che Hal ci diranno file, sottomenu'.

 

2. Con freccia giu'., una sola volta, si apre il menu' file e ci ritroviamo

sulla voce nuovo, sottomenu'. Con freccia destra apriamo il sottomenu'

posizionandoci sulla voce cartella.

Sia Jaws che Hal ci dicono tutto.

 

3. Con freccia giu' troviamo la voce documento di testo e premiamo invio.

 

Si apre una schermata e, in un campo editazione, viene proposto il nome

nuovo documento di testo.txt.

Possiamo mantenere il nome proposto oppure modificarlo. La modifica del nome

puo' avvenire anche dopo, ma conviene dare direttamente il nome desiderato

con l'estensione txt.

Per cambiare il nome proposto per default, si usano i soliti tasti di

editing usati anche in dos:

frecce orizzontali per muoversi   carattere per carattere,

control frecce orizzontali per muoversi parola per parola,

canc per cancellare il carattere sotto al cursore e

back-space per cancellare il carattere prima del cursore.

Appena la sintesi vi dice nuovo documento di testo.txt, basta scrivere il

nome che vogliamo con .txt e premiamo invio.

Se si commettono errori di digitazione, usare i tasti di editing come detto

sopra.

 

Modificando o restando invariato il nome, premendo invio si crea il file

vuoto e, come per la cartella, Windows posizionera' su di esso il cursore.

Sia Jaws che Hal ne pronunziano il nome.

Per una questione di linearita' di discorso, chiedo di creare tre file txt

con i nomi

pluto1.txt, pluto2.txt e pluto3.txt.

 

Vi ricordo che i files sono vuoti, ma non importa perche', per il momento,

ci servono per fare prove di copia, spostamento e cancellazione files.

In seguito vedremo come creare un file di testo e scrivere in esso quello

che piu' ci aggrada.

 

Premiamo control piu' barra spaziatrice, per togliere qualsiasi selezione, e

impostiamo la creazione del secondo file di testo, con la procedura

suddetta.

Ripetiamo tutta la procedura anche per il terzo file.

 

Ora premiamo control piu' barra spaziatrice e ripetiamo la procedura per

creare un documento word.

Per creare un documento word, estensione .doc, eseguire la stessa procedura

usata per la creazione di un file di testo, ma scegliendo, dal sottomenu'

di nuovo, la voce documento Word. La differenza, come avrete gia' capito,

sta' nell'estensione che e' .doc.

Per una questione di linearita' di discorso, date ai tre file word i nomi

pippo1.doc, pippo2.doc e pippo3.doc.

 

Ricordarsi di premere la combinazione di tasti control piu' barra

spaziatrice, prima di ripetere la procedura una seconda ed una terza volta

anche per questo tipo di file.

Vi rimando alla prossima per eseguire altri comandi sui files e sulle

cartelle create.

Fate esercitazioni, ripetendo piu' volte le procedure suddette e non ci

saranno problemi se creerete cose in piu': le elimineremo quando impareremo

ad usare i comandi di cancellazione e

il cestino.

Per chiudere la cartella documenti, premere alt per aprire il menu' file,

freccia su' due volte e vi troverete su chiudi dove premerete invio. Per

fare subito: alt piu' f4.

Vi ricordo che per chiudere il computer non si puo' spegnerlo dal pulsante

dell'alimentazione direttamente, ma eseguendo la procedura di spegnimento

che e' la seguente:

1. Premere il tasto menu' avvio, con freccia su', una sola volta, ci

troviamo su chiudi sessione e premiamo invio.

2. si apre una finestra con i seguenti pulsanti:

Arresta il sistema, riavvia il sistema, riavvia in modalita' MS-DOS e

Stand-by.

Per poter spegnere il computer, con le frecce verticali vi posizionate su

arresta il sistema e premete invio.

Per fare prima fare cosi':

1. Usare il comando rapido: alt piu' f4.

2. si apre una finestra con i seguenti pulsanti:

Arresta il sistema, riavvia il sistema, riavvia in modalita' MS-DOS e

Stand-by.

Per poter spegnere il computer, con le frecce verticali vi posizionate su

arresta il sistema e premete invio.

Dovete ricordare che con la combinazione di tasti alt piu' f4, in qualunque

situazione che non sia il blocco del sistema, chiuderete quello che e'

attivo in quel momento.

Quindi, se avete una cartella aperta la chiuderete, se un programma si trova

in esecuzione lo fermerete e se non c'e' nulla attivo, avrete la

possibilita' di arrestare il sistema.

Se il computer non ha lo stacco automatico dell'alimentazione, aspettare che

l'hard disk non lavori piu' e staccare l'alimentazione.

 

Ciao, a presto.

Nunziante Esposito

indirizzi di posta:

Nunziante@inwind.it

nunziaante@supereva.it

telefono:

349 67 23 351

339 20 26 516

 

                                                                                                                                                                                                   E-mail: giuseppe.servidio@alice.it

 

Cell: 3 35 80 82 0 02.