Il desktop e le sue icone.

 

 

Questo testo fa parte di una serie di lezioni, che, anche se chiamate cosi',

non sottintendono, da parte dell'autore, di fare da maestro a nessuno.

L'autore intende, con questo scritto di dare una mano ai non  vedenti che

ancora utilizzano il dos e che intendono passare al sistema operativo

Windows.

L'idea e la realizzazione e' avvenuta  nell'ambito della lista tecnica

Uictech.

Tutto il materiale confluira' in una pubblicazione unitaria che verra' messa

gratuitamente a disposizione di chi vorra' fruirne.

 

Copyright (c) 2002 Nunziante Esposito

E' garantito il permesso di copiare e distribuire questo documento, a patto

di non modificarne il contenuto, seguendo i termini della GNU Free

Documentation License, Versione 1.1 o ogni versione successiva

pubblicata dalla Free Software Foundation, con la Sezione Non Modificabile

"Premessa"

Una copia della licenza č reperibile all'indirizzo

http://www.gnupg.org/gph/it/html/gfdl-it.html

 

* * *

 

Il desktop di Windows e' la zona piu' ampia della schermata iniziale, dove

si collocano i comandi per avviare i programmi precedentemente installati.

Oltre ai comandi di avvio dei programmi, troviamo anche delle cartelle di

cui vedremo dettagliatamente il contenuto.

Vi sarete sicuramente chiesti: cosa e' una cartella.

Una cartella e' una directory che, come in dos, puo' contenere

sottocartelle, le sottodirectory del dos,e i files.

Per una corretta gestione del computer, non tutti i comandi di avvio dei

programmi e le cartelle si collocano sul desktop, ma solamente quelli che

usiamo piu' frequentemente.

Per avviare un programma, come vedremo, si puo' attivare il comando che ogni

installazione inserisce anche nel menu' avvio.

Alcuni programmi inseriscono il comando di avvio direttamente sia nel menu'

di avvio, sia sul desktop. A nostro piacimento possiamo inserire o eliminare

questi comandi dal desktop, senza compromettere il funzionamento del

programma.

Questi comandi sono dei files che, per similitudine, sono come i files batch

in dos, per intenderci, quelli che qualche utente si costruisce per avviare

un programma o per realizzare, in un colpo solo, una serie di comandi che,

altrimenti, avrebbe dovuto eseguire in successione.

 

Per nessuna ragione dobbiamo eliminare le icone principali che ci

apprestiamo  ad analizzare, poiche' sono quelle che ci permettono la

gestione del computer.

Dopo l'installazione del programma operativo,

"da questo momento mi riferiro' solo a Windows98 seconda edizione",

troveremo sullo schermo alcune icone che il sistema operativo mette per

default.

Queste icone, di cui analizzeremo quelle principali, sono:

Risorse del computer, documenti, internet explorer, cestino,risorse di rete,

Outlook express.

Per prima cosa vediamo di capire bene il concetto di come si attivano queste

icone.

Portatevi sul desktop con il tasto tab, premuto piu' volte,

Jaws vi dira' desktop ed il nome di una icona, mentre  Hal vi dira' il solo

nome di una icona senza dire altro.

e con le frecce di direzione, spostatevi tra le varie icone che sia Jaws che

Hal vi leggeranno.

Un altro modo per spostarvi tra le icone e' quello di digitare la prima

lettera del loro nome.

Infatti dopo esservi posizionati sul desktop con il solito tab, se provate a

digitare la lettera R, piu' volte, vi sposterete tra risorse del computer e

risorse di rete. Se digitate la lettera C, vi sposterete su cestino, con la

lettera D, su documenti e cosi' via.

Avrete sicuramente gia' intuito che, conoscendo le icone presenti sul

desktop, si accede velocemente ad esse, digitandone la lettera iniziale.

Sul desktop, come abbiamo detto, ci possono essere anche dei comandi di

apertura delle cartelle e, Windows per default, ne colloca uno che ha il

nome documenti.

Quando si da invio su una icona che rappresenta una cartella, questa viene

aperta e viene visualizzato il suo contenuto.

Quando diciamo che la cartella si e' aperta, vuol dire che, sul desktop, si

e' sovrapposta una immagine a quella gia esistente.

Questa immagine puo' essere di grandezza piu' piccola, o della stessa

grandezza del monitor.

Nel secondo caso, avrete capito che, va a coprire, completamente, quello che

era visibile precedentemente.

La prima cosa da fare, questo vale per ogni cartella che apriamo per la

prima volta, dobbiamo renderla visibile alla massima grandezza e, quindi, a

tutto schermo.

Per fare cio', con alt piu' la barra spaziatrice, apriamo il menu'

ripristina, con le frecce verticali raggiungiamo la voce ingrandisci e

premiamo invio.

Vi ricordo che alt, non essendo stato specificato, e' quello di sinistra.

Questa operazione viene eseguita una sola volta e rimarra' memorizzata, fino

a quando non la cambiamo noi.

Il cambiamento puo' avvenire sia modificando le impostazioni di

visualizzazione, sia aprendo il menu' ripristina (alt piu' barra

spaziatrice) e scegliendo la voce ripristina confermata da invio.

Ogni qualvolta apriamo una cartella o facciamo partire un programma,

troviamo, quasi sempre, una barra dei menu', una barra degli strumenti e una

barra di stato.

Generalmente, la prima e la seconda barra si trovano nella parte in  alto,

mentre la terza si trova nella parte in basso sullo schermo.

Cosa sono queste barre?

Una serie di comandi o di indicazioni che ci occorrono per poter accedere ai

comandi del programma o ai dati di una cartella.

Quando si tratta di una cartella, manca la barra degli strumenti, per cui ci

troveremo ad avere, in alto, la barra dei menu' e, in basso,

la barra di stato.

Per accedere alle informazioni della barra di stato, jaws e hal, hanno dei

comandi diversi che sono rispettivamente:

insert piu' pagina giu', per Jaws

e,

control piu' barra del tastierino numerico, per Hal.

Con i comandi suddetti, si ricevono, come vedremo, delle informazioni che,

chi vede,

va a leggere con un colpo d'occhio.

La barra dei menu' ha, al suo interno, delle voci di menu' alle quali si

accede con il tasto alt e si scorrono con le frecce orizzontali: freccia

destra in un senso e freccia sinistra nel senso opposto.

Quando si preme il tasto alt, Jaws vi dira':

Barra dei menu,file, sottomenu'.

Hal, alla pressione di alt dira':

Menu' principale, file ha un sottomenu'.

Se premiamo le frecce orizzontali, faremo il giro in modo continuo sulle

voci che il menu' contiene. Queste voci vengono pronunciate da Jaws e da

Hal, che ci avvisano della presenza di un sottomenu'.

Su ogni voce del menu', premendo invio o la freccia verticale, si apre un

sottomenu' che e' una lista di comandi. Questi comandi si scorrono con le

frecce verticali.

Si puo' passare da un menu' all'altro sia con menu' chiuso sia con menu'

aperto. Se il passaggio avviene con il menu' aperto, le sintesi, Jaws e Hal,

non sono chiarissime, poiche' ci leggono sia il titolo del menu' che la

prima voce sulla quale si trova il cursore.

Consiglio, anche se si preme qualche tasto in piu', di chiudere prima il

menu' aperto.

Questa operazione si esegue con il tasto alt, oppure premendo due volte

escape.

Una volta chiusa la barra dei menu', riaprire con alt e spostarsi con le

frecce orizzontali su un altro menu'.

Ripeto che per aprire un menu' della barra dei menu', si preme invio o la

freccia giu'.

Ogni voce di un menu' puo' contenere un sottomenu' che a sua volta puo'

contenere voci con sottomenu' e cosi' via.

In pratica e' come se, ogni volta che entriamo in un sottomenu', dessimo il

comando CD seguito dal nome della directory e nella sottodirectory troviamo

altre directory alle quali si accede, sempre con il comando cd, seguito dal

nome della directory.

L'unica differenza e' che qui si usano solo le frecce senza alcuna

digitazione di comandi.

Le frecce direzionali si usano cosi':

verticali, per scorrere la lista in giu' o in su'.

orizzontali, per entrare ed uscire dai sottomenu'.

Per entrare nei sottomenu' si puo' usare anche invio, ma lo sconsiglio, per

evitare attivazioni involontarie.

Per confermare un comando di menu', si preme invio, dopo che l'abbiamo

raggiunto con le frecce e la sintesi ce ne vocalizza il nome.

Sia Jaws che Hal ci aiutano molto. Infatti, ci avvisano sempre quando una

voce di un menu' ha un suo sottomenu'.

Ricapitolando:

 con alt si apre la barra dei menu' e con alt la si chiude.

Con le frecce orizzontali, si scorrono le voci principali della barra dei

menu'.

Con freccia verticale oppure premendo invio, si apre il sottomenu' di uno

dei menu' della barra che la sintesi ci ha appena detto.

Con le frecce verticali si scorrono le voci dei sottomenu' della barra dei

menu', una volta aperti.

Con uno dei menu' aperti, si puo' entrare ed uscire dai sottomenu' con le

frecce orizzontali.

Vi ricordo che per chiudere il computer non si puo' spegnerlo dal pulsante

dell'alimentazione direttamente, ma eseguendo la procedura di spegnimento

che e' la seguente:

1. Premere il tasto menu' avvio, con freccia su', una sola volta, ci

troviamo su chiudi sessione e premiamo invio.

2. si apre una finestra con i seguenti pulsanti:

Arresta il sistema, riavvia il sistema, riavvia in modalita' MS-DOS e

Stand-by.

Per poter spegnere il computer, con le frecce verticali vi posizionate su

arresta il sistema e premete invio.

Per fare prima fare cosi':

1. Usare il comando rapido: alt piu' f4.

2. si apre una finestra con i seguenti pulsanti:

Arresta il sistema, riavvia il sistema, riavvia in modalita' MS-DOS e

Stand-by.

Per poter spegnere il computer, con le frecce verticali vi posizionate su

arresta il sistema e premete invio.

Dovete ricordare che con la combinazione di tasti alt piu' f4, in qualunque

situazione che non sia il blocco del sistema, chiuderete quello che e'

attivo in quel momento.

Quindi, se avete una cartella aperta la chiuderete, se un programma si trova

in esecuzione lo fermerete e se non c'e' nulla attivo, avrete la

possibilita' di arrestare il sistema.

Se il computer non ha lo stacco automatico dell'alimentazione, aspettare che

l'hard disk non lavori piu' e staccare l'alimentazione.

 

 

cordiali saluti.

 

Ciao, a presto.

Nunziante Esposito

indirizzi di posta:

Nunziante@inwind.it

nunziaante@supereva.it

telefono:

349 67 23 351

339 20 26 516

 

E-mail: giuseppeservidio@alice.it

 

Cell: 3 35 80 82 0 02.